LUIGI CAIMI

Luigi Caimi

Gigi per gli amici, sono nato a Busto Arsizio (VA) e dal 1992 sono residente a Rodengo Saiano.
Mi sono laureato in Medicina e Chirurgia nel 1973 e, da subito, mi sono dedicato alla ricerca nel campo della Biochimica Clinica presso l’Università di Milano, con frequenti soggiorni all’estero per approfondire i miei studi su meccanismi molecolari che stanno alla base di alcune patologie genetiche. Nel 1984 ho iniziato ad insegnare Biochimica alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Brescia, attività che mi ha permesso di appassionarmi a quel compito entusiasmante che è l’educazione e la valorizzazione dei giovani.

Dal 1997 al 2006, per tre mandati consecutivi sono stato Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia.
Sono stato Primario dei Laboratori degli Spedali Civili fino al 2016, riunificando tutti i Laboratori esistenti e progettando e realizzando il nuovo Laboratorio d’Analisi, dedicato sia all’attività diagnostica che allo sviluppo di nuove metodiche e tecnologie, creando così un ponte virtuoso tra la ricerca e l’assistenza.

Sulla base delle capacità organizzative e gestionali, sono stato più volte confermato (dal 2001 al 2016) Direttore del Dipartimento di Diagnostica di Laboratorio dell’ASST Spedali Civili di Brescia.
Come Responsabile del Servizio del Diritto allo Studio dell’Università degli Studi di Brescia, per molti anni mi sono occupato dei problemi concreti degli studenti, a cominciare da quello dell’alloggio degli studenti fuori sede e ho contribuito alla costruzione dei Collegi Universitari che sorgono nella parte nord della città Brescia, con una disponibilità di circa 400 posti letto.

Attualmente sono Professore Emerito dell’Università degli Studi di Brescia.
Ho anche svolto il servizio militare nel Corpo degli Alpini e sono stato componente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione “Ospedale e Casa di Riposo Nobile Paolo Richiedei” di Gussago dal 2001 al 2009.
Nel 2018 ho pubblicato il volume “CHIAZZE DI NEVE”, raccolta di fotografie delle montagne delle nostre valli : il ricavato delle vendite è destinato a sostenere le attività di tre ospedali cattolici siriani, a Damasco e ad Aleppo, rispondendo a un appello del cardinal Mario Zenari, Nunzio Apostolico in Siria e dell’Ospedale della Fondazione “Laudato Si” di Rivoltella del Garda.

Visita anche